#IostoconPaolo | SLA DREAM TEAM 21 Marzo 2018

Paolo Palumbo ha venti anni, dopo alcune esperienze professionali nel campo della gastronomia, scopre di essere una delle persone più giovani affette da SLA. Non si arrende e decide comunque di coronare il suo grande desiderio: diventare uno chef. Durante le cure intraprese si accorge che può anche fare qualcosa per gli altri, soprattutto per coloro che non possono più alimentarsi in modo naturale. Insieme alla sperimentazione del tampone nasce l’idea di preparare una serie di ricette che poi, opportunamente preparate, ridonino ai pazienti il “gusto” per un buon pasto. Sembra una cosa da poco, ma non lo è. Paolo ha affrontato questa avventura con un chiaro messaggio: mai arrendersi. Questo progetto è un omaggio a tutti quelli che soffrono e un modo per coltivare, sempre, la speranza.

La tenacia di Paolo non si ferma qua, lui è l’ideatore e l’anima del progetto che vuole combattere la SLA. Dal 24 al 26 novembre a Mustonate, sul lago di Varese, si sono riuniti undici esperti di sclerosi laterale amiotrofica (SLA) provenienti da tutto il mondo, per la creazione di un Pool di ricercatori, il cosiddetto DREAM (Developing a REesearch Advanced Model) Team, che lavorerà insieme e secondo una strategia integrata per accelerare l’individuazione di un target terapeutico contro la SLA.

Arci Calypso vi chiede di aiutarla simbolicamente nella raccolta fondi per sostenere il progetto: abbiamo 60 salvadanai per la campagna #iostoconPaolo e vogliamo consegnarli alle attività commerciali di Sava. Potremmo sicuramente farlo da soli, ma queste battaglie si combattono tutti insieme, fianco a fianco.

Per questo vi chiediamo di venire in Sala Amphipolis il 21 febbraio 2018 alle ore 17.00 per discutere insieme della SLA e poi aiutarci a consegnare i salvadanai e soprattutto a far conoscere la storia di Paolo.

Per ulteriori informazioni potete chiamare al numero 327 30 92 125, potete consultare il sito https://iostoconpaolo.saporiacolori.it/it/dona-ora o seguire la pagina facebook @sladreamteam.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *